log in

Predicare alla gloria di Dio

Predicare alla gloria di Dio

PREDICARE ALLA GLORIA DI DIO

Un richiamo per oggi

di Alistair Begg
ISBN 978-88-96129-09-8
Pagine 62
Euro 5,00 + spese postali

Molto di ciò che è predicato oggi nelle chiese evangeliche non sarebbe considerato biblico e sano dai grandi predicatori storici.
Invece del buon cibo spirituale solido di cui i credenti hanno bisogno, caratterizzato da chiarezza dottrinale, dignità, argomenti convincenti e un giusto risalto messo sulla persona di Cristo, intere chiese ricevono dai loro conduttori solo degli spuntini senza sostanza.

Di conseguenza, i credenti escono dai locali di culto malnutriti e impreparati a resistere agliu attacchi contro la loro fede.

Conscio della necessità di tornare a una predicazione biblica, Alistair Begg ha scritto questo interessante libretto, in cui non solo definisce che cosa sia una vera predicazione biblica, ma spiega anche come praticarla, descrivendone le caratteristiche e dimstrandone l’importanza per la vita della chiesa.

Ogni credente, anziano di chiesa o no, è responsabile di studiare personalmente la Bibbia e di spiegarla correttamente. Questo libretto aiuta a discernere se una chiesa sia equipaggiata per farlo e offre dei suggerimenti per assicurare che i credenti non solo siano nutriti, ma siano anche nutriti bene spiritualmente.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 
[Estratto dal capitolo 1]

L'eclisse della predicazione espositiva

Caricature della vera predicazione

Se le chiese e i loro pastori cominciano a considerare il luogo da cui si predica come un palcoscenico, è inevitabile che al posto dei veri predicatori emergano delle caricature. Purtroppo, è successo proprio questo. Oggi gli espositori delle Scritture sono stati eclissati da una varietà di tristi sostituti. Consideriamone alcuni.

1. L’animatore. Questo individuo ben intenzionato, ha un bisogno particolare di essere amato e accettato. Egli cerca sempre di trasmettere positività, qualsiasi sia il contesto di un particolare messaggio. Per lui, una buona domenica è quando la gente ride molto, quando è rassicurata e rassicura se stessa. E se ne va a casa con un atteggiamento molto più sicuro di sé di quando è arrivata. Che sia stata messa a confronto con la verità della Parola di Dio e provi un santo timore alla presenza di Dio o meno, passa in secondo piano, di fronte alla ricerca di benessere che sostituisce il desiderio di santità. Spesso questo individuo affida l’insegnamento della Bibbia a piccoli gruppi di studio e a studi biblici nelle case. Il compito del pastore, pensa lui, è quello di “gasare” i fedeli e prepararli ad affrontare la settimana scoraggiante che li aspetta.
Purtroppo in questo caso le pecore se ne vanno incoraggiate, ma non fortificate, e quando l’effetto dell’iniezione zuccherata del sermone latte e miele passa, quelli che hanno un vero appetito spirituale si allontanano alla ricerca di un cibo più sostanzioso per le proprie anime.

(Seguiranno: Il prestigiatore, Il narratore, Lo psicologo, Il "pastore nudo")

Predicare alla gloria di Dio © Associazione Verità Evangelica